Blog

Studia Gregorii

Spunti e appunti su musica sacra, Liturgia e storia della Chiesa

Quasi modo geniti infantes, gli introiti e i nomi delle domeniche.

Una nota interessante sull’importanza del canto gregoriano, è che le domeniche che presentano un introito molto antico nei tempi forti venivano indicate con il nome dell’introito stesso. Da questa veloce carrellata ci si può rendere conto quanto nel medioevo fossero importanti e avessero influenza sul popolo i testi liturgici e il canto degli stessi, tanto da scandire il tempo della vita.

Resurrexi (introito della Domenica di Pasqua)

L’introito della Messa di Pasqua ha una storia molto particolare… Tutto parte infatti da un errore di traduzione secolare. Il testo parte da un’errata traduzione del salmo 138: “Resurrexi et adhuc tecum sum” (Sono risorto e sono con te) mentre la Nova Vulgata, più fedele al testo originale ebraico, traduce “Si ad finem pervenerim, adhuc sum tecum” (“Se li credo finiti, con te sono ancora”)

Archivio Articoli:


Segui il mio blog

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

Articoli recenti:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito